tracking

Manutenzione del rubinetto monocomando

La manutenzione del rubinetto monocomando è fondamentale per un corretto funzionamento anche perché, ormai, il miscelatore monocomando ha soppiantato il classico rubinetto a vitone nei sanitari di casa. Al posto della vite con guarnizione ha una “cartuccia” che, azionata dalla manopola, effettua le miscelazioni e l’erogazione dell’acqua. La “cartuccia”, ha uno sviluppo cilindrico ed è in materiale plastico o ceramico. È dotata di vari fori di entrata e di uscita che permettono la miscelazione e l’erogazione dell’acqua calda e fredda a seconda del movimento e del posizionamento della manopola. Ogni modello di miscelatore, a seconda del produttore, adotta cartucce di varia dimensione e struttura, ma il principio di funzionamento è il medesimo.

Anche la cartuccia è soggetta a guasti: può non lasciar passare più l’acqua, oppure non miscelare bene, o, ancora, lasciar trafilare acqua calda o fredda. Se la cartuccia è gravemente deteriorata non si può riparare, bisogna necessariamente sostituirla con un’altra uguale. In ogni caso bisogna accedere all’interno del miscelatore.

Cose di cui avrete bisogno

step 1: Aprire il rubinetto miscelatore e accedere alla cartuccia

Prima di iniziare la manutenzione rubinetto monocomando  è necessario chiudere la valvola principale di adduzione prima del lavoro. In alcuni modelli di miscelatore la manopola si smonta allentando una vite (spesso a brugola) collocata sotto la manopola (o sul retro di questa). Si solleva la manopola sfilandola dalla cartuccia. Questa è bloccata saldamente all’interno del corpo del miscelatore tramite due lunghe viti che attraversano una ghiera metallica. Le viti devono essere allentate e tolte e la ghiera asportata. Quindi si estrae anche la cartuccia che deve essere esaminata attentamente per individuare eventuali accumuli di calcare o altra ostruzione che ne impediscono il funzionamento.

svita manopola

step 2: Manutenzione rubinetto monocomando, la pulizia della cartuccia

Se vi sono tracce di calcare si pone la cartuccia in un contenitore con liquido anticalcare (ottimo l’aceto) e lo si lascia a bagno per almeno una mezz’ora, prima di prelevarla e risciacquarla. Le tracce di calcare sul corpo del rubinetto si tolgono facilmente applicando un poco di WD-40 Multifunzione e strofinando con un panno. Lo stesso prodotto può utilmente essere applicato sullo snodo della corta astina di comando della cartuccia.

pulizia cartuccia monocomando

step 3: Pulizia dell’interno del rubinetto

Dopo aver tolto la cartuccia si può accedere all’interno del corpo del rubinetto miscelatore in cui si può verificare lo stato di eventuali depositi di calcare soprattutto in corrispondenza delle due aperture che sono in comunicazione con le adduzioni di acqua calda e fredda. Se il calcare è presente si agisce come indicato, con spennellature di aceto tiepido (che va lasciato agire) e conseguente trattamento con WD-40 Multifunzione.

manutenzione rubinetto cartuccia monocomando

step 4: Rimontaggio della cartuccia e lubrificazione della manopola

La cartuccia va riposizionata nel suo alloggiamento all’interno del rubinetto e ribloccata con la ghiera dotata di viti. Su di essa, prima di montare la manopola di azionamento, si applicano alcuni spruzzi di WD-40 Multifunzione, che va applicato anche al di sotto della manopola. Poi questa va calzata sull’astina della cartuccia e fermata al suo posto con la vitina di bloccaggio.

riposizionamento cartuccia monocomando

step 5: Sostituzione della cartuccia

Se dopo questo intervento la miscelazione e l’erogazione dell’acqua non avviene o non è corretta significa che la cartuccia è danneggiata e occorre sostituirla. Le operazioni da compiere ricalcano quelle già esaminate: apertura del rubinetto, estrazione della cartuccia e sua sostituzione con una nuova, rimontaggio finale. Ricordarsi di portare con sé, dal rivenditore, la cartuccia da sostituire per acquistarne uno identica dato che i modelli sono numerosi e differenti.

cartuccia rotta

step 6: Il rompigetto

Il rompigetto a retina è un altro punto in cui il calcare crea danni. Quando il getto si riduce o non è uniforme, conviene svitare a mano la ghiera del rompigetto avvitata sulla bocca del rubinetto e separarla dalla retina e dal rompiflusso in plastica. Sia questi componenti, sia la bocca filettata del rubinetto devono essere trattati con WD-40 Multifunzione. Poi, dopo un ulteriore lavaggio con acqua e aceto e una buona asciugatura, si rimonta il tutto.

rompigetto

step 7: Le adduzioni di acqua fredda e calda

L’intervento generale di manutenzione rubinetto monocomando si può concludere facendo un’attenta ispezione ai collegamenti delle adduzioni generalmente costituite da due tubi flessibili che collegano il miscelatore agli attacchi presenti a parete. A volte si rilevano tracce di calcare intorno alle ghiere di collegamento: si agisce come indicato in precedenza.

adduzione

Conclusioni

Il tempo di esecuzione previsto è di  1 ora circa.

Sentitevi liberi di condividere i vostri consigli per la manutenzione delle vostre attrezzature o lavori fai da te sulla nostra pagina Facebook @OriginalWD40.it o su Instagram @wd40_italia.

Tutorial Correlati

Iscriviti per essere sempre aggiornato sul mondo WD-40!

© 2020 WD-40 Company