tracking

Come costruire una conigliera in legno

Il gradimento sempre più crescente di un coniglietto in casa ci motiva a organizzarci e provare a costruire una conigliera in legno. Le conigliere possono essere sostanzialmente di due tipi:

  • conigliera per interno
  • conigliera per esterno

Le prime sono praticamente delle gabbiette organizzate con lettiera, zona notte, abbeveratoio e mangiatoia, e il loro scopo è quello di ricoverare l’animale nelle ore notturne o in nostra assenza affinché non faccia danni. La seconda, solitamente più ampia e strutturata e realizzata per l’esterno in modo da far passare al coniglio delle ore all’aria aperta, a contatto col terreno, ma in piena sicurezza e una certa libertà. Naturalmente le conigliere per allevamento sono altra cosa e non riguardano questa costruzione. Vediamo quindi in dettaglio come costruire una conigliera.

Cose di cui avrete bisogno

  • Tavole e pannelli di legno di abete

  • Materiali secondo progetto

  • WD-40 Multifunzione

  • Impregnante effetto cera

step 1: Progettare una conigliera per esterno

La conigliera adeguata si sviluppa su due piani: il piano terreno non ha fondo in modo che il coniglio possa godere del terreno erboso del giardino, contando sul fatto che, grazie alle ruote, l’intera casa è trasferibile in zona asciutta in caso di pioggia. Una discesa di collegamento fra i piani permette al coniglio di scendere e salire ed è azionabile con un leveraggio, per impedire al coniglio la discesa durante gli spostamenti della gabbia nel giardino. Il primo piano, che poggia su quattro gambe, è “l’abitazione” vera e propria con un ampio piano e un vano riservato in cui il coniglio può ritirarsi. Tutta la parte del piano terra è protetta da una rete metallica per impedire all’animale di scappare e per proteggerlo da eventuali predatori. Il primo piano è dotato di un’ampia griglia e il tetto è sollevabile per effettuare pulizie e per prendere il coniglio quando necessario per fare pulizia. Due maniglie poste lateralmente permettono di spostare lo conigliera. La conigliera ultimata misura 1000×500 mm e alta 1100 mm col tetto a due falde.

casetta conigli

step 2: La costruzione della struttura

Per la costruzione si impiegano listelli d’abete di varia sezione e pannelli di lamellare o tavole d’abete (oppure di compensato marino) dello spessore di 20 mm. Per prima si realizza la parete posteriore completamente chiusa che va dotata di due montanti ai lati esterni cui è avvitata. Da questi montanti partono due listelli orizzontali uniti frontalmente da un terzo listello che costituiscono l’intelaiatura della base del primo piano. Sui due angoli esterni di tale telaio vengono anche fissate le rimanenti due gambe della struttura.

struttura casetta conigli

step 3: Il primo piano

La “soletta” del primo piano è posizionata a incastro, in modo da poterla sempre rimuovere, in caso di pulizie di fine stagione. L’apertura per la discesa alla scaletta, ha il bordo rilevato per il contenimento della sabbietta che verrà successivamente cosparsa sul pavimento. Per concedere al coniglio la dovuta privacy, sul piano si realizza, in compensato da 8 mm, anche una stanzetta-tana, con una sola apertura. Anche questa si posiziona a incastro e resta rimovibile per qualsiasi particolare necessità. Le pareti laterali sono chiuse con tavole (o pannelli) di abete, mentre la quarta lo è solo per un breve tratto, corrispondente alla stanzetta. La rimanente superficie presenta un’ampia apertura che va chiusa con una rete metallica. In un punto della rete si fa un’apertura ritagliandone un riquadro. Con un pezzo di rete leggermente più ampio di quello tagliato si realizza una porticina, completa di chiusura a molla. Le pareti laterali si realizzano avvitando le tavole ai travetti strutturali e ai longheroni perimetrali.

casetta per conigli

step 4: Il piano terreno

Il piano terreno è delimitato da quattro gambe che poggiano per terra. Ad esso il coniglio accede scendendo il piano inclinato che funge da scaletta. Quando la conigliera è posata sull’erba offre al coniglio la possibilità di avere un contatto con la terra. Naturalmente tutto intorno si applica la rete metallica di protezione. Due gambe di un lato corto vengono dotate di ruote per poter spostare la conigliera. Questo metodo di costruzione può essere utilizzato anche per realizzare una cuccia per cani di grande taglia, ad esempio un bracco italiano o un cane lupo.

scaletta conigliera

step 5: Il tetto

Tenendo in posizione i timpani sulle pareti perimetrali, si posizionano e si fissano le falde del tetto, costituite da pannelli di lamellare di abete. La copertura, formata dal tetto a due falde e i due timpani, si solleva interamente, essendo incernierata su un lato. Una stecca di legno, articolata a un’estremità, si ripiega e si apre a compasso, per mantenere nella posizione di massima apertura la parte mobile. Le falde vanno protette con fogli bitumati autoadesivi o con le pratiche tegole canadesi che si fissano per inchiodatura.

conigliera fai da te

step 6: La finitura

La finitura è praticata con impregnante effetto cera, dato solo esternamente, mentre all’interno è lasciato al naturale data la tendenza dei conigli a rosicchiare le strutture di legno. Sull’impiantito del piano sopraelevato si sparge della sabbia grossolana e si può inserire una lettiera se il coniglio ha imparato a usufruirne. All’interno della stanzetta-nido si può immettere paglia. Un piccolo abbeveratoio va sospeso sulla griglia anteriore. La manutenzione consiste in una regolare pulizia e nell’applicazione di WD-40 Multifunzione sulle cerniere e sugli assi delle ruote.

lettiera coniglio

CONCLUSIONI

Il tempo necessario per costruire una conigliera  è di circa 6 ore.

Sentitevi liberi di condividere i vostri consigli per la manutenzione delle vostre attrezzature o lavori fai da te sulla nostra pagina Facebook @OriginalWD40.it o su Instagram @wd40_italia

Tutorial Correlati

Iscriviti per essere sempre aggiornato sul mondo WD-40!

© 2021 WD-40 Company