tracking

Come rimuovere il cemento dalle piastrelle

Conseguenza inevitabile di un “cantiere” casalingo, aperto per l’esecuzione di lavori in muratura, piastrellatura o altro, è il reperimento sul pavimento di piccole incrostazioni di cemento o di calce o di altri tipi di impasti (gesso, colla per piastrelle, riempifughe ecc) ed è per questo motivo che importante capire come rimuovere il cemento dalle piastrelle.
Spesso a questi residui si accompagnano anche macchie più o meno vistose di acqua degli impasti che, asciugando, rilasciano un velo bianco o grigio. Naturalmente l’entità di tali depositi dipende anche dalla cura che si è avuta nel proteggere il pavimento da schizzi e colature delle varie malte utilizzate.

E’ quindi necessario agire per eliminare il problema sia per una questione estetica, ma soprattutto per un fatto funzionale in quanto questi materiali si disgregano facilmente camminandovi sopra ed essendo generalmente ricchi di sabbia, possono rigare e deteriorare piastrelle, parquet o altre tipi di coperture.

Cose di cui avrete bisogno

  • Scopa

  • Aspiratore

  • Pulitore acido per piastrelle

  • WD-40 Multifunzione

  • Straccio

  • Aceto

  • Spatola

  • Spugnetta abrasiva

step 1: Pulizia generale prima di rimuovere il cemento dalle piastrelle

La prima operazione da compiere per rimuovere il cemento dalle piastrelle consiste nell’effettuare un’accurata pulizia a secco prima con una scopa e poi con un buon aspiratore dotato di un adeguato potere di estrazione. Le particelle meno ancorate vengono asportate facilmente e rimangono solo i detriti più aderenti.

aspira piastrelle

step 2: Lavaggio preliminare

Il lavaggio preliminare ha il compito di eliminare le macchie più lievi e rendere meglio visibili i materiali depositati. Si tenga presente che in genere le malte utilizzate sono ricche di calcare, e quindi il lavaggio deve essere eseguito con prodotto acido che hanno il potere di scioglierlo. In commercio sono reperibili molti prodotti che hanno sufficiente acidità per questo compito, ma spesso basta aggiungere una certa quantità di aceto (bianco o di alcool) all’acqua per ottenere un buon risultato. Ad asciugatura avvenuta alcune macchie potranno ancora permanere. Su di esse si spruzza del WD-40-Multifunzione. Dopo qualche minuto si pulisce il tutto con un straccio asciutto.

lavaggio piastrelle

step 3: Asportazione dei detriti di gesso

Il gesso è il materiale più semplice da togliere. Spesso è sufficiente una spazzolatura energica con acqua e aceto. Se resiste si agisce con una spatolina prima di applicare l’acqua acetata. L’intervento può deteriorare l’eventuale ceratura della pavimentazione che deve essere ripristinata quando tutto è asciutto.

gesso su piastrelle

step 4: Asportazione dei detriti di cemento ancorati

I detriti induriti alla superficie possono essere asportati in vario modo, anche in relazione alla tipologia della copertura del pavimento. Sulle piastrelle di ceramica si può agire inizialmente con una spatolina di media rigidità. Quando il detrito è stato tolto si bagna la zona con acqua e aceto (meglio se tiepida) e si agisce con una spugnetta leggermente abrasiva (tipo quelle che si usano in cucina) poi si asciuga il tutto. Sul cotto o sul parquet bisogna fare molta attenzione a usare la spatolina: meglio impiegarne una con lama flessibile e con i bordi arrotondati. Poi non deve essere utilizzata la spugnetta. Sia su cotto che su parquet il lavaggio deve essere eseguito con liquidi debolmente acidi e a lavoro terminato vanno ripristinati i trattamenti di finitura con impregnanti specifici per il cotto o con cere e vernici adeguate per parquet. Su entrambi, se si intende utilizzare il WD-40 Multifunzione, conviene fare la prova su un punto defilato e poco visibile.

pulire piastrella con spugnatta

step 5: Asportazione dei detriti con acidi speciali

Rimuovere il cemento dalle piastrelle in pietra ed altri tipi di coperture resistenti e non porosi (quindi non su cotto o parquet) si può agire applicando a pennello acidi speciali per questo lavoro che disgregano le malte indurite. Si tratta di prodotti aggressivi che vanno testati in qualche zona poco visibile prima di essere utilizzati. L’uso di tali prodotti comporta sempre l’impiego di protezioni individuali (guanti, occhiali ecc) perché risultano caustici.

togliere cemento con acido

step 6: Asportazione dei detriti di colla per piastrelle

La colla per piastrelle, come pure altri tipi di malte speciali, sono composti particolari che contengono varie sostanze chimiche come plastificanti, indurenti, adesivi ecc. Queste sostanze, possono macchiare indelebilmente le superfici più porose e delicate. Le piastrelle di ceramica risultano insensibili alla loro azione, ma in presenza di altre coperture come cotto, linoleum, parquet, è fondamentale realizzare una protezione sicura e resistente prima dei lavori di muratura in quanto alcune macchie potrebbero permanere ed essere difficili da ritoccare.

pavimento in terracotta

step 7: Lavaggio finale

Dopo aver eliminato detriti e macchie è necessario eseguire un buon lavaggio finale per asportare qualsiasi sostanza chimica o meno rimasta sul pavimento. Ad asciugatura avvenuta si può procedere al rinnovo di trattamenti di finitura come cere, lucidanti, protettivi o impregnanti a seconda della tipologia della pavimentazione.

lavaggio pavimento

CONCLUSIONI

Il tempo di esecuzione è di circa 60 minuti

Sentitevi liberi di condividere i vostri consigli per la manutenzione delle vostre attrezzature o lavori fai da te sulla nostra pagina Facebook @OriginalWD40.it o su Instagram @wd40_italia.

Tutorial Correlati

Iscriviti per essere sempre aggiornato sul mondo WD-40!

© 2020 WD-40 Company