tracking

Come pulire il radiatore dell’auto

Pulire il radiatore dell’auto è un’operazione non particolarmente complessa, ma che esige particolare attenzione. Il radiatore dell’automobile ha il fondamentale compito di abbassare la temperatura del liquido del circuito di raffreddamento del motore. Il liquido di raffreddamento è composto da una miscela di acqua demineralizzata e da una sostanza antigelo-protettiva. Solitamente la proporzione tra i due liquidi è del 50-50%. Con il passare del tempo tale liquido perde progressivamente le sue caratteristiche sia di antigelo sia di protezione anticorrosione.

Per evitare che ciò causi danni al circuito di raffreddamento e al motore stesso, conviene periodicamente (almeno una volta ogni due-tre anni) procedere ad un semplice intervento di manutenzione esterna e interna del radiatore. In questo intervallo di tempo il liquido può essersi inquinato con ossidi ed altri elementi estranei trafilati anche in minima parte dal motore. Se però, vi sono segnali che insospettiscono: chiazze d’acqua sotto l’auto, temperature dell’acqua che tende a salire oltre la norma durante il moto, ecc. la manutenzione si impone immediatamente.

Cose di cui avrete bisogno

step 1: Esame visivo della situazione

Prime di iniziare a pulire il radiatore dell’auto bisogna effettuare una pulizia accurata di tutto il vano motore con liquidi detergenti per eliminare eventuali depositi di materiale grasso che impediscono un’ispezione accurata. Ideale per questo lavoro è il WD-40 Specialist Sgrassante Efficacia Immediata, che scioglie morchie e incrostazioni varie, da asportare con un panno.

Pulire il radiatore dell'auto

step 2: Controllo manicotti e griglia frontale del radiatore

Per pulire il radiatore dell’auto si controllano inizialmente i manicotti che entrano ed escono dal radiatore, e quelli che vanno al vaso d’espansione e al motore, verificando che non vi siano trafilamenti e che le relative fascette siano ben strette. Con una spazzola a setole morbide si pulisce la fitta lamellatura del frontale del radiatore per eliminare detriti ed insetti. Si può agevolare molto l’operazione con alcuni spruzzi di WD-40 Multifunzione. Agire senza troppa forza con la spazzola per non deformare le lamelle.

controllo manicotti radiatore

step 3: Svuotamento del radiatore e dell’impianto di raffreddamento

Lo svuotamento del radiatore va preparato opportunamente. Se possibile conviene sollevare l’auto con sistemi sicuri e inamovibili (tacchi, spessori, cavalletti di stazionamento ecc) e collocare sotto al motore un capace contenitore. A motore freddo si toglie il tappo della vaschetta di espansione posta in alto, e poi si cerca se sono presenti un rubinetto di deflusso in basso ed eventuali valvoline di sfiato. Le valvoline vanno allentate e il rubinetto aperto. In tal modo il liquido defluisce totalmente e viene raccolto dal contenitore. Se non è presente un apposito rubinetto di scarico bisogna sconnettere il manicotto più basso del circuito. Si tratta di allentare la fascetta che lo tiene bloccato ed estrarlo dal bocchettone su cui è inserito.

Pulire il radiatore dell'auto

step 4: Lavaggio del radiatore

Quando tutto il liquido è stato eliminato si chiude il rubinetto inferiore (o si reinserisce il manicotto precedentemente scollegato) e si serrano le valvoline di sfiato. Poi si riempie il circuito di raffreddamento con acqua demineralizzata versandola nella vaschetta di espansione. Si chiude il tappo della vaschetta e si mette in moto il motore che si lascia girare al minimo per alcuni minuti. Dopo aver spento il motore e lasciato raffreddare il tutto, si ripete l’operazione precedente, scaricando nel contenitore tutta l’acqua utilizzata per il lavaggio.

acqua demineralizzata radiatore

step 5: Lavaggio del radiatore con preparati chimici

Se si nota che l’acqua è particolarmente sporca conviene ripetere l’operazione. Esistono particolari preparati chimici che possono esser aggiunti all’acqua di lavaggio per eseguire robuste disincrostazioni, ma si tratta di composti potenzialmente aggressivi e pericolosi: se si vuole utilizzarli è meglio far eseguire tale operazione in un’autofficina. Se si agisce in proprio bisogna proteggere il corpo da eventuali contatti accidentali con il prodotto.

lavaggio radiatore

step 6: Riempimento con acqua e antigelo protettivo

L’operazione finale per Pulire il radiatore dell’auto consiste nel riempimento del circuito: bisogna necessariamente riferirsi al libretto di uso e manutenzione della vettura in quanto ogni auto necessita di un certo tipo di antigelo. Usarne uno qualsiasi può procurare un danno serio al motore. Per le percentuali di corretta miscelazione (sempre con acqua demineralizzata) riferirsi alle istruzioni riportate sul prodotto. Il liquido si versa, a motore freddo, nella vascetta di espansione fino a raggiungere il livello segnato. Poi si chiude il tappo e si mette in moto il motore facendolo girare per qualche minuto. Se il livello del liquido nella vaschetta diminuisce, si rabbocca. Per far defluire eventuali bolle d’aria si premono più volte con le mani i vari manicotti del circuito.

rabbocco radiatore

Conclusioni

Il tempo di esecuzione è di circa 60 minuti

Sentitevi liberi di condividere i vostri consigli per la manutenzione delle vostre attrezzature o lavori fai da te sulla nostra pagina Facebook @OriginalWD40.it o su Instagram @wd40_italia.

Tutorial Correlati

Iscriviti per essere sempre aggiornato sul mondo WD-40!

© 2020 WD-40 Company