tracking

Come pulire gli irrigatori da giardino

L’impianto di irrigazione automatica del giardino è notevolmente pratico e comodo in quanto garantisce, tramite gli irrigatori, il corretto apporto d’acqua al manto erboso (ma anche ad aiuole, fiori ecc) indipendentemente dalla nostra presenza o disponibilità. In cambio di questa comodità, l’impianto richiede una certa manutenzione che non deve necessariamente essere molto frequente, ma costante e periodica. Infatti questi elementi dell’impianto sono direttamente a contatto col terreno o addirittura inseriti in esso. In generale gli irrigatori sono di due tipi:

1- Esterni al terreno. Tra questi vi sono quelli che sono semplicemente appoggiati con un apposito sistema di sostegno e possono essere spostati a piacimento, e quelli conficcati nel terreno tramite una prolunga a fittone. La parte erogante rimane sempre più o meno sollevata dal manto erboso.

2- Inseriti a scomparsa nel terreno (i cosiddetti pop-up). Questa versione rimane normalmente con la testa erogante a filo terreno mentre il corpo è costantemente inserito nella terra. La testa erogante si innalza automaticamente grazie alla pressione dell’acqua, quando l’impianto viene messo in funzione. Al termine del ciclo di irrigazione la pressione viene a mancare e la testa, richiamata da una molla, ritorna nella sua sede, scomparendo totalmente.

step 1: Pulire gli irrigatori esterni

Dopo un lavaggio accurato di ogni componente e successiva asciugatura, possono essere trattati con WD-40 Multifunzione che li deterge e lubrifica in profondità. Gli irrigatori la cui testa è fornita di un meccanismo di gestione dello spruzzo (con aste mobili, regolazioni del getto a settori predefiniti, con battente a impulsi ecc) possono essere ulteriormente lubrificati con WD-40 Specialist Lubrificante al Silicone Applicazione Pulita. Le lubrificazioni così effettuate, permettono agli irrigatori, nella stagione successiva, di essere immediatamente funzionanti e senza inceppamenti di alcun tipo. Sempre con WD-40 Multifunzione si deterge e lubrificano anche eventuali treppiedi o aste regolabili in altezza sui cui vanno installati gli irrigatori. La manutenzione degli irrigatori esterni deve essere eseguita obbligatoriamente a fine stagione prima del rimessaggio invernale.

irrigatore pop up

step 2: Irrigatori pop-up - la testa erogante

Gli irrigatori pop-up (quelli che emergono dal terreno durante l’irrigazione), si svitano dalla sede e svuotati dall’acqua, dopo aver chiuso il rubinetto di afflusso dell’acqua. In questa fase è necessario otturare la sede filettata da cui sono stati svitati per evitare che la terra vi si insinui. Il loro corpo è costituito da una testa regolabile da cui parte il getto d’acqua, e il contenitore cilindrico in cui è inserita la molla di richiamo. Svitando la testa si accede all’interno di questa e si controlla che non vi siano corpi estranei. Nel caso i componenti si lavano ulteriormente e si asciugano. Si può quindi procedere ad una pulizia e lubrificazione approfondite trattando l’insieme con il WD-40 Multifunzione prima della ricomposizione della testa.

testa erogante

step 3: Il corpo a molla

L’elemento telescopico del pop-up contiene una molla d’acciaio che provoca il rientro dell’erogatore a fine ciclo di irrigazione. Durante la fuoriuscita dell’erogatore e il successivo rientro, il corpo di questo scorre a contatto dell’apertura anulare del corpo. Questo scorrimento deve avvenire con il minimo attrito possibile. Per questo, dopo l’accurata pulizia delle parti, il corpo dell’erogatore va trattato con WD-40 Specialist Lubrificante al Silicone Applicazione Pulita e inserito ed estratto più volte per una miglior distribuzione del lubrificante. Tale intervento assicura al pop-up un’agevole ripresa del movimento quando verrà reimmessa acqua di irrigazione nel circuito interrato. L’assenza di lubrificazione causa inceppamenti e mancati sollevamenti (o mancati rientri del pop-up) durante i primi cicli di irrigazione primaverili. La lubrificazione con questo prodotto può essere utilmente ripetuta durante il corso della stagione estiva.

molla irrigatore

step 4: Centralina programmabile

La manutenzione degli irrigatori, per un lavoro completo, deve estendersi anche alla centralina programmabile (se esistente). La centralina può essere di varia tipologia, dalla più semplice alla più professionale e complessa. Se è collocata all’esterno, alla fine della stagione vanno asportate le pile o batterie (se non è alimentata direttamente dalla rete con un trasformatore) e i circuiti raggiungibili vanno trattati con WD-40 Specialist Detergente Contatti. Uno spruzzo di WD-40 Specialist Lubrificante al Silicone Applicazione Pulita sulle connessioni idriche la mantiene in ottima forma per il successivo riutilizzo.

centralina

step 5: Tubazioni interrate

A meno che non siano forate o variamente danneggiate non abbisognano di particolare intervento. Possibili danni derivanti da temperature molto basse, potrebbero interessare le parti emergenti di tale tubazione (in prossimità dell’attacco alla centralina esterna, tratti che emergono dal terreno in corrispondenza degli irrigatori ecc). Queste parti andrebbero coperte al meglio con materiali isolanti. In ogni caso la tubazione durante l’inverno non deve essere “in pressione” ma “aperta” in modo che un eventuale congelamento non produca danni alle tubazioni e ai collegamenti.

tubi per irrigazione

Iscriviti per essere sempre aggiornato sul mondo WD-40!

© 2020 WD-40 Company