matomo

Come effettuare la potatura verde della vite

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 4,00 out of 5)
loading...Loading...

Potatura verde della vite, di che cosa si tratta?

 

Per potatura verde si intende la regolazione della chioma della vite per favorire lo sviluppo dei grappoli. Si interviene regolando il numero di tralci della vite e la loro disposizione per creare un ambiente che possa favorire la maturazione dei grappoli.

Si eliminando pertanto i tralci indesiderati e si mantengono quelli che risultano più idonei alla produzione fruttifera. In questo modo si evita che i tralci si intreccino ostacolando la crescita dei grappoli. Contemporaneamente si permette ai grappoli stessi di avere una giusta esposizione al sole e infine un’omogenea distribuzione delle sostanze antiparassitarie.

 

Questa operazione si può anche definire “potatura estiva della vite” e completa la potatura invernale.

Quali sono le fasi della potatura verde?

 

  • la spollonatura della vite: è la prima operazione che dev’essere effettuata. Consiste nell’eliminazione dei “polloni” che crescono nella parte bassa della pianta. I polloni sono dei germogli che crescono sul legno vecchio, che non producono uva e sottraggono nutrimento alla pianta. La spollonatura dev’essere fatta quando i germogli sono ancora piccoli e misurano tra i 10-15 centimetri;
  • scacchiatura: consiste nell’eliminare i germogli di troppo, per consentire l’aerazione e l’accesso della luce tra i tralci. Vengono mantenuti perciò solo i tralci che produrranno i grappoli e quelli necessari alla produzione dell’anno successivo;
  • defogliazione: con questa operazione si eliminano le foglie che coprono i grappoli, per migliorare la circolazione di aria e l’insolazione. Defogliare la vite favorisce l’accumulo di polifenoli, che influiscono sulla colorazione e sull’aroma delle uve e dei vini. Questa pratica, viene attuata prevalentemente nelle zone climatiche più fresche, mentre in quelle più calde si evita perché porterebbe a un’eccessiva insolazione dei grappoli;
  • cimatura vigneto: in questo caso, si tagliano i tralci della vite cresciuti eccessivamente. Si elimina pertanto la parte terminale dei tralci e delle femminelle. Questa operazione può essere ripetuta più volte nel caso di eccessiva rigogliosità del vigneto. La cimatura deve essere completata entro giugno, per permettere alla vite di sviluppare le femminelle, che contribuiscono all’ingrossamento e alla maturazione dei grappoli;
  • legatura della vegetazione: consiste nel legare il capo a frutto su un filo orizzontale sostenuti da un sistema di pali. La legatura, oltre a mantenere “ordinata” la pianta consente una distribuzione omogenea della linfa ai germogli. Questo è molto importante per poter raggiungere un livello qualitativo costante su tutti i grappoli;
  • diradamento dei grappoli: questa pratica permette di raggiungere una maturazione uniforme delle uve e di conseguenza una qualità più elevata delle stesse. Viene praticata sempre più spesso per produrre vini di elevati standard qualitativi.
Quali sono gli attrezzi da utilizzare per la potatura primaverile?

 

La potatura delle viti può essere fatta in due modi:

  • potatura manuale, attraverso delle semplici cesoie
  • potatura meccanica, utilizzando macchinari specifici

Per la potatura verde della vite è consigliata la potatura manuale, utilizzando delle cesoie da vigna dalla lama affilata affusolata e sterilizzata.

Prima di potare la pianta, è necessario sterilizzare le lame delle forbici con dell’alcol etilico e assicurarsi che le lame siano ben taglienti.

 

Se la sforbiciata non è fluida, ma diventa difficoltosa, significa che dobbiamo procedere con la pulizia e la lubrificazione delle cesoie da vite.

 

Come effettuare la potatura verde della vite

Ancora una volta ci è d’aiuto WD-40 Multifunzione!

Sarà sufficiente spruzzare il prodotto con la cannuccia di precisione nelle parti comprese tra il perno e gli anelli delle cesoie e lasciare agire qualche istante.

WD-40 Multifunzione inoltre protegge le lame da ruggine e dalla corrosione, vi consigliamo perciò di usarlo anche dopo aver lavato le forbici, prima di riporle nella cassetta degli attrezzi.

 

 

 

 

WD-40 multifunzione un grande aiuto in ogni occasione!

Dichiarazione di non responsabilità

Gli utilizzi mostrati e descritti per il prodotto  WD-40 Multifunzione sono stati forniti alla società WD-40 dagli stessi utenti. Questi utilizzi non sono stati testati da WD-40 Company e non costituiscono una raccomandazione di suggerimento per l'uso da parte di WD-40 Company. Il buon senso dovrebbe essere esercitato ogni volta che si utilizzano i prodotti di WD-40 Company. Seguire sempre le istruzioni e prestare attenzione a qualsiasi avvertenza stampata sulla confezione.

Iscriviti per essere sempre aggiornato sul mondo WD-40!

© 2019 WD-40 Company