matomo

Manutenzione e pulizia delle candele

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
loading...Loading...

Le candele sono molto importanti perché sono le responsabili del corretto funzionamento del motore. Si attivano tramite gli elettrodi che si trovano nella parte inferiore del motore. Le candele fanno funzionare il motore per mezzo di scintille innescate dalla reazione chimica tra aria e carburante. Ogni volta che si attua questo processo di accessione, il motore si mette in moto.  Di conseguenza è importante che rimangano sempre pulite ed in buono stato.

Quando occorre sostituirle?

Il consiglio è di sostituirle dopo i 60.000 km per le auto di recente generazione, mentre per quelle più datate solitamente è dopo i 20.000 km. Con il passare dei chilometri, si attua il processo di erosione da scintilla, gli elettrodi si consumano ed aumenta la distanza tra loro. Durante l’utilizzo dell’auto le candele si sporcano di residui di carbonio, formati dalle particelle di gas di combustione, che possono incidere sul corretto innesco della scintilla. In questo caso, è possibile notare dei malfunzionamenti del motore nella fase di avviamento. Altre volte invece, si ha la sensazione che il motore perde colpi nella fase di accelerazione.

 

Cosa fare?

Prima di tutto assicuratevi che il motore sia freddo e successivamente consultate il manuale della vostra auto per verificare il modello e la misura delle vostre candele.

Manutenzione e pulizia delle candeleProcuratevi una chiave dinamometrica della stessa dimensione delle candele che dovete sostituire, un panno pulito, alcool, una spazzolina ed una bomboletta di WD-40 Multifunzione. Pulite bene con un panno imbevuto di alcool l’area circostante alle candele, per evitare che lo sporco possa andare nel cilindro quando smonterete la candela. Prima di rimuovere i connettori che collegano i cavi alle candele, memorizzate l’ordine in cui sono collegati, per evitare di ricollegarle in modo sbagliato e dar luogo ad autoaccensioni e detonazioni. Scollegate i connettori uno alla volta, facendo attenzione a non tirare i cavi che invece potrebbero danneggiarsi. Svitate la vecchia candela senza forzarla troppo per non rovinare la filettatura. Con una spazzola in ottone spazzolate bene la filettatura dai residui esterni. Nel caso in cui questa pulizia non è sufficiente, potete mettere le candele a bagno in un recipiente con dentro della benzina per qualche ora, ed asciugarle successivamente con un compressore.

Verifica delle candele

Dopo la fase di pulizia delle candele, occorre verificare che la distanza degli elettrodi sia quella indicata dal costruttore, per farlo abbiamo bisogno di uno spessimetro, acquistabile in un negozio di autoricambi. Questo piccolo strumento vi serve per misurare la distanza degli elettrodi dalle candele.

Reinstallare le candele

Manutenzione e pulizia delle candele

Terminata la fase di pulizia e verifica delle vostre candele non rimane che reinstallarle. A questo punto vi consigliamo di lubrificare la filettatura con WD-40 Multifunzione che funge da lubrificante e protettivo contro l’ossidazione, e poi avvitare le candele nel loro alloggiamento. Le candele devono essere strette alla giusta coppia di serraggio con l’utilizzo della chiave dinamometrica.

Ricontrollate l’ordine dei cavi collegati alle candele e poi accendete l’auto. Se vi accorgete che il motore dà ancora problemi anche dopo aver pulito le candele, probabilmente occorrerà procedere alla loro sostituzione.

 

 

Iscriviti per essere sempre aggiornato sul mondo WD-40!

© 2019 WD-40 Company