Lo spazzaneve a motore è una macchina quasi insostituibile nelle zone collinari o montante dove le nevicate possono essere frequenti o abbondanti. Sostanzialmente ve ne sono di due tipi: spazzaneve monostadio o spazzaneve doppio stadio.

Nel primo tipo l’espulsione della neve raccolta viene effettuata direttamente dalla coclea che l’aggredisce, nel secondo vi è un’ulteriore turbina, dietro alla coclea di raccolta, la cui rotazione imprime un’accelerazione alla neve che viene lanciata lateralmente attraverso il camino orientabile.

Generalmente il primo tipo è indicato per nevicate leggere mentre il secondo per coltri di maggiore spessore.

In ogni caso sono numerose le parti in movimento e quindi è necessaria un’attenta manutenzione dello spazzaneve, che, naturalmente parte da un lavaggio accurato. In questo modo si troverà la macchina pronta quando si dovrà intervenire.

Manutenzione spazzaneve: dove agire

Coclea girante dello spazzaneve

Manutenzione Spazzaneve: come effettuarla in modo miratoLa coclea girante, disposta anteriormente in posizione trasversale, attacca e raccoglie la neve ruotando velocemente. Alle sue estremità vi sono due perni che ruotano in sedi dotate di cuscinetti a sfere mentre una coppia di ingranaggi fornisce il moto: questi meccanismi vanno adeguatamente lubrificati con WD-40 Multifunzione magari nella versione “Flexible” con cannuccia di applicazione flessibile per raggiungere più agevolmente le varie parti.

Camino girevole

Serve per direzionare la neve espulsa verso la zona opportuna. La sua base ruota in orizzontale su un’ampia corona che può presentare diversi sistemi di rotazione. Anche questa va abbondantemente lubrificata con WD-40 Multifu\nzione.

Sulla bocca superiore del camino è spesso presente una cuffia regolabile che ruota su feritoie curve: su queste si effettua il medesimo intervento di lubrificazione.

Manutenzione Spazzaneve: come effettuarla in modo mirato

Turbina spazzaneve

Se lo spazzaneve è a due stadi è presente, appena dietro alla coclea, la turbina di eiezione della neve azionata da un albero centrale che proviene dal motore: valgono le medesime azioni prima indicate.

Leve e cavi

Manutenzione Spazzaneve: come effettuarla in modo miratoSul mantello dello spazzaneve sono presenti vari comandi come le leve di frizione che permettono di gestire la direzione dello spazzaneve. Queste sono solitamente collegate a cavetti che corrono in apposite guaine. Agiamo col medesimo prodotto sugli snodi delle leve e con WD-40 Lubrificante Secco al PTFE Anti-Frizione da applicare sulla parte esterna dei cavi.

Maniglie di regolazione

Sono presenti almeno due lunghe maniglie con vite senza fine: una per far ruotare il camino di espulsione della neve e l’altra per sollevare o abbassare la coclea anteriore. Entrambe le teste delle maniglie dotate di ingranaggio si liberano dallo sporco e quindi si trattano con WD-40 Multifunzione.

Manutenzione Spazzaneve: come effettuarla in modo miratoNei modelli che hanno l’accensione elettrica del motore tramite batteria, va curata la carica della stessa e puliti bene i poli con uno spruzzo di WD-40 Detergente contatti ad asciugatura rapida: applicato su poli e morsetti, penetra rapidamente nelle zone più difficili da raggiungere, asciugando rapidamente e senza lasciare residui. Ripristina al meglio la conducibilità elettrica eliminando zone di basso contatto.