tracking

Come fare la manutenzione della barca a vela

La manutenzione barca vela va effettuata con costanza se si desidera conservare a lungo l’efficienza dell’imbarcazione e garantire una costante sicurezza della navigazione. Le operazioni da eseguire sono molte e vanno affrontate anche in vari periodi dell’anno.

La maggior parte di controlli e interventi per la manutenzione barca vela si eseguono alla fine del periodo estivo, preparando la barca all’inverno, ma anche in autunno prima del rimessaggio invernale (o dell’ormeggio) e in primavera, prima di  ricominciare ad utilizzare l’imbarcazione. Durante l’estate, soprattutto prima di partire per un viaggio, vanno comunque verificate tutte le parti della barca e i suoi numerosi componenti.

D’inverno sarebbe opportuno effettuare il carenaggio dell’imbarcazione in zone portuali attrezzate per il recupero e il trattamento dei residui.

Manutenzione barca vela: lo scafo

Come fare la manutenzione della barca a vela

E’ utile controllare che sopra la linea di galleggiamento non vi siano crepe nel gelcoat perché in relazione alla loro entità, potrebbero causare infiltrazioni di acqua. La carena va controllata almeno una volta all’anno per assicurarsi che tutte le componenti che si trovano sotto il livello dell’acqua siano in buono stato. La carena va lavata, riparata se presenta dei danni e, se necessario, ripassata con l’antivegetativa.

Manutenzione barca vela: le parti in legno

Come fare la manutenzione della barca a vela

Nella manutenzione barca vela le parti in legno sono tra quelle che abbisognano di maggiore attenzione in quanto anche le migliori vernici  per esterni, sottoposte all’azione della salsedine e del calore solare, possono mostrare deterioramenti. Soprattutto in caso di urti accidentali sul legno la vernice si frattura e il legno può impregnarsi l’acqua. In questi casi si fa “rinvenire” il legno tamponandolo con acqua calda sulla parte ammaccata. Poi, dopo completa asciugatura, va carteggiato e riverniciato.

Se la barca ha il ponte in teak incollato si rischia lo scollamento se vi sono infiltrazioni di acqua. Fare attenzione ai prodotti di pulizia in quanto alcuni possono essere eccessivamente abrasivi. Se vi sono macchie di grasso bisogna impiegare uno smacchiatore specifico per il teak. Bisogna curare eventuali inserti in metallo, che vanno periodicamente trattati con WD-40 Multifunzione per evitare macchie di ossido.

Vele e sartiame

Nella Manutenzione barca vela le vele si devono controllare con particolare attenzione nelle zone delle cuciture, la drizza, la scotta e gli angoli di mura. Per il rimessaggio invernale le vele vanno tolte, lavate, asciugate e riposte, ben piegate, in un luogo asciutto. Quando giunge il periodo di rimontarle si verifica anche lo stato dei garrocci e degli avvolgitori.

La revisione del sartiame è importantissima. Prima di ogni uscita è buona regola salire fino in cima all’albero per controllare che tutto sia in ordine, soprattutto gli attacchi delle sartie. Conviene lubrificare le parti semoventi (e la rotaia della randa) con WD-40 Specialist Lubrificante al Silicone Applicazione Pulita.

A seconda della tipologia e dell’utilizzo, i cavi possono mostrare segni di usura, soprattutto nei collegamenti con altri materiali. Le cime da ormeggio vanno lavate almeno una volta all’anno per asportare la salsedine.

Motore e parte elettrica

E’ indicato effettuare un controllo approfondito una volta l’anno  o ogni 100 ore di funzionamento.

Olio e filtri vanno cambiati regolarmente, bisogna controllare la cinghia e le altre componenti meccaniche, come le guarnizioni, nonché alternatore, batterie e così via. Nella varie parti ci si può avvalere dell’impiego di lubrificanti come WD-40 Specialist Lubrificante al PTFE ad Alte Prestazioni su assi, boccole, cuscinetti  e guide. Tutti i contatti elettrici vanno utilmente trattati con WD-40 Specialist detergente contatti.

Timone

Come fare la manutenzione della barca a vela

Nelle barche a vela dotate di timone a barra è sufficiente controllare il fissaggio dell’albero e della barra stessa, mentre nelle barche con ruota conviene controllare la corretta trasmissione a partire dalla catena (da lubrificare con WD-40 Specialist Lubrificante al Silicone) fino ai frenelli d’acciaio che vanno eventualmente registrati.

Lavori vari

Altri interventi per la Manutenzione barca vela, da svolgere periodicamente sono l’eliminazione delle acque di sentina (variamente inquinate da oli e altre sostanze). Si impiegano dispositivi assorbenti o una pompa apposita che effettua la separazione degli idrocarburi. Questi vanno versati nel “punto pulito” del porto.

Si deve anche effettuare un’accurata pulizia interna ed esterna della barca con detergenti biodegradabili (ecolabel europeo) limitando al minimo il consumo di acqua durante il risciacquo: l’acqua piovana se viene raccolta e immagazzinata, può essere e utilizzata per il risciacquo.

Infine si controllano i dispositivi pirotecnici di segnalazione (sostituendo quelli scaduti) è le attrezzature di salvataggio.

Dichiarazione di non responsabilità

Gli utilizzi mostrati e descritti per il prodotto  WD-40 Multifunzione sono stati forniti alla società WD-40 dagli stessi utenti. Questi utilizzi non sono stati testati da WD-40 Company e non costituiscono una raccomandazione di suggerimento per l'uso da parte di WD-40 Company. Il buon senso dovrebbe essere esercitato ogni volta che si utilizzano i prodotti di WD-40 Company. Seguire sempre le istruzioni e prestare attenzione a qualsiasi avvertenza stampata sulla confezione.

Iscriviti per essere sempre aggiornato sul mondo WD-40!

© 2020 WD-40 Company