I rubinetti vengono usati quotidianamente nelle nostre case. Col passare del tempo possono iniziare ad avere delle perdite o altre volte problemi di pressione dell’acqua. Oggi vi diamo alcuni semplici consigli su come riparare un rubinetto, sia nel caso di perdite che di problemi legati alla pressione dell’acqua.

Riparazione di un rubinetto che perde acqua

Per questo intervento, avrete bisogno di alcuni strumenti come:

Come riparare un rubinetto

 

La prima cosa da fare è chiudere il rubinetto centrale dell’impianto idraulico della casa per evitare ulteriori perdite. Successivamente dovete aprire il resto dei rubinetti per far svuotare completamente i tubi dall’acqua residua.

A questo punto smontate il tappo di entrambi i rubinetti aiutandovi con un cacciavite piatto. Solitamente il tappo si trova al centro della manopola e riporta le scritte “calda” e “fredda” oppure è colorato di rosso o blu. Se le viti di bloccaggio della manopola sono un po’ arrugginite potete applicare WD-40 Specialist Lubrificante al Silicone, che vi permetterà di svitarle facilmente ed allo stesso tempo isolerà l’umidità.

Rimuovendo le manopole, vedrete che c’è un dado che fissa la valvola in posizione. È necessario utilizzare la chiave per svitarla e verificare successivamente che non sia danneggiata. Rimuovete la valvola tirando verso l’alto o applicando una pressione in senso antiorario con la chiave. All’interno della valvola, trovate una guarnizione che dovete controllare che non sia danneggiata. Se la guarnizione è crepata, sarà necessario sostituirla. In entrambi i casi, applicate  WD-40 Specialist Lubrificante al Silicone  su ogni parte per evitare ruggine e rotture in futuro.

Una volta che le parti sono state sostituite e protette con il lubrificante al silicone, dovete rimontare tutte le parti nell’ordine in cui sono state rimosse.

Riparazione di un rubinetto che ha problemi di pressione dell’acqua

Il secondo problema che può verificarsi con il rubinetto è una bassa pressione dell’acqua che scorre. Per prima cosa dovete capire se tutte le sorgenti d’acqua di casa hanno lo stesso problema di bassa pressione. Per farlo, dovete aprire tutti i rubinetti di casa, e vedere se il problema coinvolge solo un elemento oppure l’intero impianto idraulico. Aprite sia i rubinetti dell’acqua calda che dell’acqua fredda. Nel caso in cui la bassa pressione riguarda solo la linea dell’acqua calda, probabilmente il problema è legato allo scaldabagno o alla caldaia. Se invece il problema è circoscritto solo ad un rubinetto, si può risolvere pulendo il filtro dalle incrostazioni di calcare.

Pulire i filtri del rubinetti

I filtri dei rubinetti possono essere svitati a mano. Nei modelli più vecchi, può essere più difficile allentarli. Se necessario, usate un paio di pinze, ma fate attenzione a non danneggiare le maglie che sono molto delicate. Se il filtro non si svita neppure con le pinze, applicate un po’ di WD-40 Specialist Super Sbloccante, grazie alla sua formulazione penetra rapidamente ed efficacemente liberando i meccanismi bloccati.

Per pulire il filtro potete utilizzare l’aceto, oppure  WD-40 Multifunzione, che vi permette di rimuovere più rapidamente i depositi di calcare. In entrambi i casi vi consigliamo di  aiuturavi con uno spazzolino per pulire le parti più incrostate.

A questo punto, una volta pulito il vostro filtro, non vi rimane che rimontarlo e controllare nuovamente che l’acqua scorra correttamente.