matomo

Come pulire e lubrificare la bicicletta: la parola agli studenti

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
loading...Loading...

La collaborazione tra WD-40 Company e gli studenti dell’Istituto Salesiano di Bologna continua. Abbiamo  chiesto loro come pulire e lubrificare la bicicletta usando la linea WD-40 Bike. È sempre utile e interessante vedere in prima persona come si comportano i nostri prodotti. Per questo, abbiamo chiesto a tre ragazzi della classe V° IPIA di utilizzarli su ciò che il loro garage “offriva”, cioè su diverse biciclette e sui loro componenti, quali telaioruoteraggipedalicatene, soggetti a ruggine e usura. In aggiunta, si è operato anche su uno skateboard.

Inserito questo video:

 

Come sgrassare e pulire e il telaio, gli organi di trasmissione della bicicletta e gli ammortizzatori

Come prima cosa, abbiamo girato il telaio sottosopra affinché la bicicletta fosse stabile e più comoda da pulire.

Il primo prodotto provato è stato lo Sgrassante Bike per pulire gli ammortizzatori anteriori. Dopo aver spruzzato lo Sgrassante all’interno degli ammortizzatori per eliminare lo sporco dai cilindri, abbiamo “spinto” le forcelle dall’alto verso il basso in modo da far penetrare il prodotto all’interno. Abbiamo lasciato agire per 30 secondi, e, poi, utilizzando normali panni o strofinacci, abbiamo pulito accuratamente. Il prodotto ha lavorato benissimo, tanto che gli ammortizzatori hanno “cambiato colore”.

Dopo aver pulito gli ammortizzatori, abbiamo ancora passato lo Sgrassante Bike, stando abbondanti, sia sulla corona anteriore e posteriore che sugli altri organi di trasmissione della bicicletta, cioè catena, girella e tamburo.

Riguardo la corona, abbiamo notato che più vicini si sta meglio è, perché gran parte dello sporco viene via per effetto della vaporizzazione che, a questa distanza, non si disperde ed è sicuramente più efficace. Poi, dalla corona centrale siamo passati anche ai cuscinetti dei pedali, sempre con ottimi risultati.

Dopo queste operazioni, abbiamo cominciato con la catena. Abbiamo applicato lo Sgrassante e, dopo aver pulito la catena con uno straccio, abbiamo utilizzato il Lubrificante Catena per Tutte le Condizioni. In teoria, tre o quattro giri di catena dovrebbero essere più che sufficienti per ottenere un buon risultato. Intanto, lo Sgrassante faceva egregiamente il proprio lavoro. Grazie alla sua azione, lo sporco letteralmente “gocciolava”, sinonimo di ottimo funzionamento del prodotto.

Siamo, poi, passati alla fase di pulizia del telaio, utilizzando il Detergente Bike, un prodotto specifico, adatto al materiale delle biciclette (carbonio). Siamo stati un po’ abbondanti (per stare sul sicuro) e ad una distanza di circa 20-30 cm. Il Detergente è riuscito a portare via tutto lo sporco presente che si era anche creato anche utilizzando precedentemente lo Sgrassante.

Spruzzato o direttamente sul telaio o su un panno, ha dimostrato di avere un’ottima resa.

 

Come pulire e lubrificare la bicicletta: la parola agli studenti

 

Fase della lubrificazione degli organi di trasmissione (catena, corona e deragliatore)

 

Successivamente, abbiamo proceduto alla lubrificazione delle parti in movimento, che è una delle principali operazioni di manutenzione. Abbiamo provato la vasta gamma dei lubrificanti disponibili, che varia anche a seconda delle condizioni climatiche d’uso della bici. In particolare, abbiamo testato:

  • Lubrificante Catena per tutte le condizioni – Come prima operazione sulla catena è stato passato lo Sgrassante Bike, per far lavorare il Lubrificante nelle migliori condizioni.Il Lubrificante è stato dato sia sulla parte posteriore che anteriore della catena. Si è fatto girare velocemente la catena spruzzando contemporaneamente il prodotto. Al termine, abbiamo atteso 5/10 minuti e controllato. Il prodotto penetra nelle giunture della catena aiutando a proteggere in situazioni di umido e creando una pellicola protettiva che attrae meno la polvere in situazioni di asciutto. Esito: molto buono.
  • Lubrificante Catena per condizioni umide – Si è fatto girare quattro volte la catena con il pedale e distribuito il prodotto con il beccuccio. Il beccuccio aiuta a non sprecare il prodotto. Al termine, abbiamo atteso 5/10 minuti e controllato. Questo prodotto penetra all’interno della catena lubrificando a fondo e proteggendo dalla corrosione. È più denso e attacca subito. Inoltre, dopo aver fatto girare velocemente la catena, lo sporco è cominciato a cadere, indice del buon lavoro che il prodotto stava facendo da subito.
  • Lubrificante Catena per condizioni asciutte – Si è fatto girare quattro volte la catena con il pedale e distribuito il prodotto con il beccuccio, cercando di non sprecarne. È stato utilizzato non solo sulla catena ma anche su pignoni, leve e deragliatori. Il dosaggio è stato “contato”, perché, a differenza dei prodotti in aerosol, con questa modalità di erogazione il prodotto non si disperde. L’uso è davvero “diretto” e si sente subito la differenza tra prima e dopo. Inoltre, l’odore è molto buono.

Come pulire e lubrificare la bicicletta: la parola agli studenti

 

Fase  conclusiva per la “bellezza della bici”

Per concludere il nostro test, abbiamo utilizzato due prodotti della Linea Moto per rifinire il lavoro svolto. Prima di tutto, abbiamo utilizzato la Cera Lucidante, molto utile dopo aver sgrassato e lavato la bicicletta così da poter far scivolare meglio l’acqua, in caso di pioggia. Si spruzza semplicemente sul telaio e poi si spalma con un panno, come fosse una crema.

Ad occhio nudo quasi non si vede, ma, al tatto, si sente moltissimo e la sensazione è totalmente diversa rispetto a prima.

Successivamente, abbiamo utilizzato il Lucidante al Silicone, sempre della Linea Moto, per dare un effetto più lucido e nero alle gomme (effetto “nero gomma”). Al tatto, sembra quasi essere un po’ secco. Il prodotto rimane attaccato. L’esito è stato davvero soddisfacente.

Questi due prodotti sono stati la ciliegina sulla torta di questa esperienza.

WD-40 si impegna a collaborare con l’Istituto Salesiano con lo spirito di far provare e far lavorare i ragazzi, che siano dei tecnici manutentori per testare i prodotti o dei futuri web designer o esperti di social e comunicazione per raccontare questa esperienza

 

 

Dichiarazione di non responsabilità

Gli utilizzi mostrati e descritti per il prodotto  WD-40 Multifunzione sono stati forniti alla società WD-40 dagli stessi utenti. Questi utilizzi non sono stati testati da WD-40 Company e non costituiscono una raccomandazione di suggerimento per l'uso da parte di WD-40 Company. Il buon senso dovrebbe essere esercitato ogni volta che si utilizzano i prodotti di WD-40 Company. Seguire sempre le istruzioni e prestare attenzione a qualsiasi avvertenza stampata sulla confezione.

Iscriviti per essere sempre aggiornato sul mondo WD-40!

© 2019 WD-40 Company